Resta in contatto

Approfondimenti

Lazio, Inzaghi: “Non mi fido del Milan! Immobile? Numeri schiaccianti”

Milan - Lazio, conferenza Simone Inzaghi

La Lazio sfida il Milan a San Siro per l’11ª giornata di Serie A: alla vigilia del match del Meazza, Simone Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa

Dopo Fiorentina e Torino, per la Lazio è il turno del Milan. Una settimana intensissima per i biancocelesti, il desiderio è quello di dare seguito alle due vittorie contro viola e granata.

Alla vigilia della sfida di San Siro contro i rossoneri di Stefano Pioli, Simone Inzaghi interviene in conferenza stampa alle ore 13.10: leggi tutte le dichiarazioni del tecnico laziale dal centro sportivo di Formello.

Col Milan un attestato di ulteriore crescita?

“Senz’altro, lo scorso anno il Milan è arrivato quinto. Hanno ceduto solo Cutrone e comprato cinque giocatori di assoluto valore, hanno allestito una squadra per migliorare quella posizione. Hanno perso qualche punto, ma giovedì hanno fatto una grande gara. A San Siro ci vuole tantissima personalità per fare partite importanti”.

Non ti fidi di questo Milan?

“Assolutamente no”.

Immobile deve essere più supportato a livello di gol dai centrocampisti?

“È supportato alla grande da tutta la squadra, fanno di tutto per esaltare le sue qualità. Alla vigilia del Toro avevo chiesto altri gol, sono arrivati quelli di Acerbi e Luis Alberto, sono contento di tutti quanti”.

Milan, Celtic, Lecce possono indirizzare la stagione?

“Indirizzare la stagione no, siamo all’inizio. Sono tre partite importanti, sapevamo che avevamo un ciclo importante. Troveremo una squadra di valore, con un ottimo tecnico e un pubblico caloroso”.

Immobile sta facendo qualcosa di straordinario…

“Ha battuto tutti i record che poteva battere, può ancora fare di più, sente la Lazio casa sua ed è stimato da tutti. È un nostro valore aggiunto, deve continuare. Nonostante i 29 anni ha sempre voglia di migliorarsi”.

Il tabù San Siro col Milan?

“Lo scorso anno era più importante la sfida di Coppa Italia. In campionato è un tabù da sfatare, noi faremo il massimo sapendo che abbiamo fatto meglio nelle partite in cui abbiamo giocato con più personalità”.

Com’è cambiato il Milan con Pioli?

“C’è grande stima tra di noi, è molto preparato, dà una grandissima organizzazione alle proprie squadre”.

Quando rivedremo Correa così convinto delle sue qualità?

“Sono molto contento di quello che mi sta dando, è un grandissimo lavoratore e domani farà una grandissima partita”.

Sulle polemiche arbitrali?

“Del Var non parlo più, ci abbiamo rimesso sulla nostra pelle. È uno strumento giusto soprattutto per valutare il fuorigioco e le situazioni oggettive. Abbiamo però una classe arbitrale molto valida, devono rimanere loro ad arbitrare, aiutati da questo strumento importante”.

In cosa è migliorato Immobile?

“I suoi numeri sono schiaccianti, dobbiamo migliorare nel lavoro senza palla con tutti gli attaccanti. Rispetto allo scorso anno tutti lavorano molto di più per la squadra, sia Immobile che Correa e Caicedo possono migliorare nella fase di non possesso”.

Luiz Felipe e Bastos in difesa?

“Sulla formazione dovrò valutare anche domattina, i ragazzi mi sembra abbiano recuperato abbastanza bene ma ho ancora dei dubbi”.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
OLYMPIO62
OLYMPIO62
1 anno fa

Io spero che dopo 30 anni sia arrivato il momento di prenderci tre punti in campionato…………….ero sposato da appen a un’anno…….ho una figlia di 25 anni……ed un nipote di 4 anni compiuti…….sara’ ora????

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Hai ragione, bisogna dare il massimo

Riccardo Saraceno
Riccardo Saraceno
1 anno fa

La Lazio da sempre il meglio in ogni partita che gioca

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

PIÙ DEL MILAN… LA VAR. CHE NON È UGUALE X TUTTI.

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da Approfondimenti