Resta in contatto

News

Il Mihajlovic “romano”: gli aneddoti di Corradi e degli amici… di padel

Sinisa Mihajlovic

In vista di Bologna – Lazio di domani, la Repubblica ha raccolto diverse curiosità sulle abitudine capitoline del grande ex biancoceleste Sinisa Mihajlovic

Non c’è dubbio, Bologna – Lazio è la partita per eccellenza di Sinisa Mihajlovic. Il tecnico del Bologna è nel cuore di tutti i tifosi biancocelesti, che lo ringraziano ancora per le sue magiche punizioni e per i tanti trofei vinti a Roma. E che ora tifano per lui, nella battaglia più importante contro la leucemia.

In vista della sfida di domani al Dall’Ara, la Repubblica – nell’articolo a firma di Giulio Cardone e Stefano Fiori – ha raccolto aneddoti e curiosità sulle abitudini capitoline dell’ex numero 11 laziale. Sapevate per esempio che “Osteria dal 1931” al Gianicolo e Hostaria Da Pietro (a due passi da Piazza del Popolo) sono due dei ristoranti più gettonati dall’allenatore serbo e dalla moglie Arianna?

La passione per il padel

Una passione nota di Sinisa è il tennis, che da qualche tempo ha lasciato sempre più spazio al padel:

“Gioca con lo stesso spirito – racconta al quotidiano romano Giuliano Scafati del Tennis Club Parioli – di quando era calciatore”.

Un altro circolo molto frequentato dall’ex difensore serbo è l’Orange Futbolclub del presidente Guido Tommasi:

“Sinisa è una persona adorabile, generosa, interpreta ogni match come fosse la finale di Wimbledon”.

Le parole dell’amico Corradi

Quello per il padel è un amore che Mihajlovic condivide con tanti ex calciatori. Tra questi, il suo vecchio compagno di squadra in biancoceleste Bernardo Corradi:

“Per Sinisa, giocare male non esiste nemmeno per scherzo”.

L’attuale ct dell’Under 16 azzurra ricorda anche un particolare di quando condividevano lo spogliatoio:

“Non era ancora iniziata l’era degli smartphone e dei tablet, per carità, ma era comunque molto curioso vederlo in giro per gli spogliatoi sempre insieme a un libro da leggere”.

È di maggio la notizia del figlio di Bernardo, il piccolo Giacomo, per questo l’ex attaccante sa bene cosa significhi lottare contro la malattia:

“Le nostre mogli sono spesso in contatto, a Sinisa io rivolgo tutto il mio pensiero e affetto”.

 

Ehi, aspettiamo il tuo commento: clicca qui e dicci la tua!

I big trascinano la Lazio, ma credi nella crescita delle seconde linee?

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Mito e Bandiera per Sempre!"
Immobile

#CountdownToHistory: col gol al derby, Immobile supera anche Rocchi nello score delle stracittadine

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Ricordo bene quei giorni e inoltre Pablito e' sempre stato umile, equilibrato, rispettoso. Una di quelle persone che rispetti profondamente anche se..."
120 anni di Lazio, la top 11 di sempre: Re Cecconi la spunta sul Sergente

Lazio, Re Cecconi oggi avrebbe compiuto 72 anni

Ultimo commento: "Non potrò mai dimenticare quella scia bionda che disegnava traiettorie alla velocità della luce in mezzo al campo... Ho visto un Re"

Altro da News