Resta in contatto

Esclusive

C’è una “Lazio” anche in Brasile: “Onoriamo questa grande squadra”

La formazione della Lazio Alegrete

Sapevate che ad Alegrete, c’è una squadra di futsal che ha scelto il nome, lo stemma e i colori della Lazio? Li abbiamo intervistati, ecco la loro storia

Una Lazio speciale, distante “qualche” chilometro da Roma e pochissimi dal confine con l’Uruguay. La sua casa è Alegrete, una cittadina di quasi 80mila abitanti del Rio Grande do Sul.

Siamo nell’estremo sud del Brasile, nella terra più gaúcha del mondo. Per incentivare lo sport, la prefettura locale organizza ogni anno un torneo di calcio a 5: il Campeonato Citadino de Futsal.

La Lazio Alegrete protagonista nel Campeonato Citadino de Futsal

Parliamo di una competizione organizzatissima, patrocinata anche dal Servizio Social del Commercio dello stato: c’è la prima divisione, con le ultime due squadre che retrocedono e lasciano spazio alle prime due della seconda categoria. La “Serie A” è divisa a sua volta in due gironi: nel gruppo A si sfidano quest’anno AABB, AEC, Point 10 Lancheria, Ser Atlas e Celtic. Ma è nel gruppo B, insieme a Boca Juniors, Velha União, AGN e Locomotiva, che troviamo la Lazio.

Il nome non è l’unico omaggio alla prima squadra della Capitale: anche lo stemma è lo stesso e ovviamente i colori sociali. Rispetto ai biancocelesti di Simone Inzaghi, cambiano solamente le maglie. Gli elementi per incuriosirci, insomma, ci sono tutti. Capire da dove nasce l’idea di creare una “Lazio brasiliana” solletica troppo per non chiedere ai diretti interessanti di svelarci la loro storia:

“Volevamo un nome e un simbolo che fossero d’impatto”

Ecco allora cosa ci hanno raccontato Diego Neimayer, Cristian Oliveira, Juliano Azambuja Ribas – tre dei fondatori originari della squadra – e gli altri ragazzi della Lazio Alegrete:

“Giocavamo insieme tutti i sabati, allora un giorno ci siamo detti: «Perché non ci iscriviamo a qualche campionato?». Dovevamo quindi scegliere come chiamarci. Tutti eravamo d’accordo sul fatto che dovessimo ispirarci a una squadra con un nome di grande impatto e che avesse un simbolo straordinario”.

Su chi è ricaduta la scelta, l’avrete intuito:

“Abbiamo pensato alla Lazio, alla sua aquila imponente, capace di motivare chiunque scenda in campo. Ed ecco il nome, Lazio Alegrete”.

Da quel 20 giugno 2016, i nostri amici biancocelesti d’Oltreoceano partecipano al campionato di futsal locale:

“Non abbiamo ancora conquistato un titolo, ma facciamo il massimo per rappresentare come si deve una grande squadra come la Lazio”.

E noi gli auguriamo di onorare al meglio i colori biancocelesti, anche a migliaia di chilometri di distanza da Roma.

 

Qui trovate la pagina Facebook della Lazio Alegrete.

 

Leggi anche:

Rassegna stampa, le prime pagine dei quotidiani sportivi (foto)

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
6 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Alessio Angelè ?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

GRANDO ANCHE IN BRASILE.UNICA SQUDRA DELLA CAPITALE LA LAZZZIIIOOO MIA.GIANNI EAGLES SUPPORTERS.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Sono onorato di conoscerli ,e gli ho dedicato la mia canzone per la nostra amata Lazio.
La Lazio è sempre grande, video su YouTube.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Forza lazio

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Grandiiiiiiiiiiii !!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

E poi dicono che non siamo grandi e qui ilItalia ci considerano una piccola squadra ma famme o piacere diceva Totò

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Prima partita allo stadio: Lazio-Verona 4-2. Avevo sette anni. Come potrei dimenticare? Gladiatore puro. Decise di andarsene perche' la Roma degli..."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Ero giovanotto e seguivo la squadra in quegli anni difficili. No come oggi che si fa polemica se arrivi secondo o quarto. Rimane sempre nel mio cuore..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il mio primo gol della Lazio vista dal vivo lo ha segnato lui. Mio idolo di infanzia che ha aumentato la mia fede laziale. Immenso!"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da Esclusive