Resta in contatto

News

Nazionale, Mancini: “È giusto che Immobile sia qui”

Coronavirus, prende il via la campagna della FIGC #leregoledelgioco

Il Ct della Nazionale Roberto Mancini ha parlato in conferenza stampa a Coverciano. Ecco cosa ha detto su Immobile e Balotelli.

La Nazionale italiana si appresa a giocare le prime due gare di qualificazione agli europei 2020. L’8 la trasferta in Grecia e l’11 a Torino contro la Bosnia. Oggi il ct Roberto Mancini ha parlato in conferenza stampa. Alla domanda sul perché abbia convocato immobile e non Balotelli ha così risposto:

Mario ha qualità tecniche per giocare a livelli più alti, può fare di più e non gioca al 100%. Altrimenti segnerebbe 3-4 gol a partita. Gioca a un livello basso e per me non va bene. Ha dodici mesi per tornare in Nazionale e dipende solo da lui. Immobile è sempre stato con noi e ha fatto bene. Tutti possono avere periodi negativi, ma è giusto che sia qui“.

 

Leggi anche:

Lazio, Sky Sport: “È Gattuso la prima scelta in caso di addio a Inzaghi”

 

Calcio, entrano oggi in vigore le nuove regole: ecco cosa cambia

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Immobile da record: Ciro a -1 dalla top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "È stato e sarà per sempre il più grande goleador del mondo e segna sempre lui, e segna sempre lui, si chiama Beppe Signori, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News