Resta in contatto

News

Bakayoko-Kessié, il Milan pubblica un altro comunicato

Milan, il caso infinito: Bakayoko e Kessié in sede per chiarimenti

Sul caso Bakayoko-Kessié e la maglia di Acerbi, interviene di nuovo il Milan: i rossoneri pubblicano un altro comunicato sulla vicenda

La vicenda Bakayoko-Kessié è ancora lontana dall’essere archiviata. Oggi, come vi abbiamo raccontato, il Giudice sportivo ha declinato la propria competenza a intervenire sull’episodio della maglia di Acerbi esposta a mo’ di trofeo.

La palla passa ora alla Procura Federale, che ha avviato un’indagine. A tal proposito, ecco il nuovo comunicato pubblicato dal Milan sul proprio sito ufficiale:

AC Milan, relativamente ai fatti accaduti al termine dell’incontro della 32ª giornata di campionato fra Milan e Lazio, prende atto dei provvedimenti disciplinari emessi dal Giudice sportivo e della contestuale decisione di declinare alla Procura Federale la competenza di un’indagine a carico dei giocatori Franck Kessié e Tiémoué Bakayoko, episodio su cui si è focalizzata una forte attenzione mediatica a discapito degli altri episodi avvenuti nel corso della serata.

Nella consapevolezza che si sia trattato di uno spiacevole episodio, che il Club ha tempestivamente gestito al suo interno, AC Milan intende cooperare con la Procura affinché il percorso investigativo venga portato a compimento, nella certezza che il suo esito non sarà in alcun modo condizionato dalle dichiarazioni rilasciate in queste ore. AC Milan ora rivolgerà l’attenzione ai prossimi importanti impegni stagionali“.

 

Leggi anche:

Lazio, Diaconale: “Quando protestiamo noi, veniamo penalizzati”

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Attendo conunicato della Lazio che ci spieghi l’impiego di Durmisi e la panchina di Parolo…e tante altre scelte cervellotiche

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Una cosa solo vorrei, che ci ridassero la nostra maglia!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ogni gg un comunicato. C’è chi comunica e chi sta in silenzio !!!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Non siete degni di toccare la nostra maglia

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ecco rubate pure le altre partite

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Prima partita allo stadio: Lazio-Verona 4-2. Avevo sette anni. Come potrei dimenticare? Gladiatore puro. Decise di andarsene perche' la Roma degli..."
Lazio, Miti: Eugenio Fascetti

Eugenio Fascetti, guida leggendaria: che peso ha per te nella storia della Lazio?

Ultimo commento: "Ero giovanotto e seguivo la squadra in quegli anni difficili. No come oggi che si fa polemica se arrivi secondo o quarto. Rimane sempre nel mio cuore..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Il mio primo gol della Lazio vista dal vivo lo ha segnato lui. Mio idolo di infanzia che ha aumentato la mia fede laziale. Immenso!"

Uber Gradella: il portiere che preferì smettere piuttosto che giocare con altri

Ultimo commento: "Uber grande laziale, quando ero bambino mio papà mi raccontava sempre di questo signore ero che per non indossare un altra maglia, preferì..."
Lazio, i Miti: Juan Sebastian Veron

Veron, Juan Sebastian gol: che emozioni ti ha fatto vivere la Brujita?

Ultimo commento: "Veron uno dei più grandi in assoluto,un vero mago del calcio,anche lui un affezionato come tanti altri,solo noi abbiamo tanti giocatori e allenatori..."

Altro da News